MESSAGGI E CANALIZZAZIONI

it1.png
uk.png

Messaggio 18/01/2021

 

Ci sarebbero tante cose da dire, ma un dettaglio è più importante degli altri al momento, nel momento attuale.

Perché questo momento è esattamente ciò (quel momento) che stavate aspettando da così tanto tempo.

 

È tempo di smettere di essere chi siete stati, e cominciare ad essere chi siete.

È tempo di vivere nel presente come se fosse una vita nuova, appena cominciata.

Questo è molto importante.

Capire il senso di questo è molto importante.

 

Siete arrivati ad un punto della vostra evoluzione in cui è come se aveste vissuto più vite nella stessa vita.

È quasi come se il processo di reincarnazione fosse stato coinvolto in modo diverso in questa vita, facendovi sperimentare molteplici vite allo stesso tempo.

Allora è bene che cominciate a prendere coscienza di questo, e a trattarlo come tale, come se davvero fossero vite diverse, aspetti diversi di voi stessi, così come lo sono le varie vite tra un ciclo di incarnazione e un altro.

 

Ma il dono meraviglioso, l'opportunità meravigliosa che vi è stata offerta e di cui forse non vi siete resi conto è che in questa vita avete avuto modo di sperimentare più vite allo stesso tempo.

E quando parlo di vite parlo in modo figurato di frammenti, di periodi che in molti di voi, non in tutti, ma in molti di voi hanno segnato svolte epocali, cambiamenti completi e circostanziali che vi hanno allontanato da situazioni, città, stili di vita, persone... e vi hanno portato completamente da un'altra parte.

Ma soprattutto voi adesso siete da un'altra parte, siete altre persone.

 

Tutto ciò che vi è successo nell'infanzia, nell'adolescenza, prima di venire qui, quando eravate nella pancia di vostra madre, nel vostro processo di crescita, nel divenire adulti consapevoli o meno, più o meno consapevoli, tutto ciò che vi è successo è come se fosse successo in delle fasi ben precise, perché avete scelto che fosse così, vi siete reincarnati in questo momento sperimentando questa nuova forma accelerata di vita, e il vissuto personale è diventato quasi frammentato, e certamente come degli specchi potete vederne il riflesso di chi eravate, tuttora presente nelle vostre vite.

 

Ma è questo che vi viene chiesto di prendere coscienza adesso, ciò da prendere in considerazione d'ora in poi, considerare che davvero quella parte della vostra vita non c'è più!

È servita ad essere chi siete, così come le vite passate hanno reso possibile lo sperimentare ciò che state sperimentando in questa vita, e la crescita spirituale e individuale come Anima, non solo come persona.

 

Allora è tempo di uscire dalle gabbie del vostro passato.

È tempo di smettere di considerarvi chi eravate e chi non siete più, lasciando tutti quei bagagli, tutti quei vestiti di cui non avete più bisogno, che vi rallentano, che vi trattengono.

Non serve rimuginare a 40 anni su un abuso subito a 6 anni, perché quella è come se fosse una vita passata, allora trattatela allo stesso modo di una vita passata.

 

So che questo è qualcosa di nuovo, che non vi abbiamo mai detto, ma è molto importante che d'ora in poi cominciate a considerarla così, perché è un modo che vi permetterà di rendervi conto che siete molto più di questo.

È un modo per farvi prendere coscienza che la Coscienza vi permea, ed è immutabile nel tempo.

Ciò che muta sono i vostri attaccamenti, ciò che può mutare sono i vostri attaccamenti a qualcosa.

 

Allora è questi attaccamenti che vi chiediamo di lasciare andare, di abbandonare, ma in maniera cosciente.

 

Concentratevi su ciò che siete ora, senza più farvi rallentare o trattenere dalle storie passate. Comunque siano andate le cose, è tempo di andare oltre, di proseguire su una via luminosa che è già lì che vi attende.

 

Non importa se avete avuto conflitti con i vostri genitori piuttosto che con una persona specifica. Se avete subito umiliazione, tradimento, rifiuto... O qualunque altra ferita che possa avervi toccato nel profondo.

 

È tempo di andare oltre le vostre ferite, è tempo di andare oltre le vostre storie personali.

Concentrandovi sul momento presente, cominciando a considerare forse per la prima volta, la vostra infanzia, la vostra adolescenza, il vostro divenire adulti, tutto quello che è accaduto negli scorsi anni, come vite passate. Anche se siete la stessa persona al momento, incarnati nella stessa personalità attuale, in realtà è come se fossero vite passate, quei frammenti di voi quelle parti di voi diverse, estremamente diverse, sono altri personaggi, sono parti che appartengono ad altri personaggi, che avete già indossato. Le cui esperienze vi hanno reso ciò che siete adesso, ma quelle esperienze non vi definiscono per chi siete adesso.

 

Allora è tempo che vi definiate per l'anima meravigliosa che siete adesso, per il percorso che scegliete di fare adesso, per la consapevolezza che avete adesso, che non ha nulla a che fare con chi eravate.

 

Certo in maniera sottile è collegato, tutto è collegato, sempre. Così come siete collegati tra voi, cellule di un meccanismo più grande. E così come le vostre cellule sono collegate tra loro, lavorando nell'insieme per mantenere la vostra struttura fisica.

 

E allora pensatevi come le cellule. Sapete che le cellule si rigenerano completamente, muoiono e rinascono. Questo vi aiuterà a capire ciò di cui sto parlando, perché un processo che in realtà avviene nei vostri corpi fisici, che sono incredibili manifestazioni del divino. Incredibili e perfette nelle loro imperfezioni.

 

 

Allora pensatevi come le cellule, rigeneratevi nel vostro stesso corpo così come voi siete cambiati negli anni, tutte le vostre cellule sono cambiate.

Tutte.

 

Ciò che resta sono le informazioni, informazioni che lasciano un imprinting - uno stampo, che dice alle cellule di replicarsi in un modo piuttosto che in un altro.

E questo è particolarmente evidente in caso di malattie, come le malattie autoimmuni o altro tipo di patologie.

Il corpo replica le memorie del passato. Però se ci pensate tutte le cellule in realtà sono nuove. Allora cos'è, qual è la chiave che può permettere la completa trasformazione in qualcosa di nuovo, in qualcosa di presente? Perché quell'informazione appartiene al passato, mentre voi siete nel presente, e spesso vi portate dietro ancora tutto quel carico di informazioni che vi rallenta, vi trattiene, vi appesantisce, e replica meccaniche che non sono più necessarie.

Allora è tempo di lasciarle andare coscientemente.

 

Vi chiedo di meditare, cominciare a meditare due minuti al giorno per almeno 21 giorni, con lo scopo preciso di lasciare andare tutte le vecchie memorie “stored” localizzate nel vostro corpo fisico, mentale, energetico, spirituale, emotivo, causale, in tutti i vostri corpi, a tutti i livelli.

Questo vuol dire semplicemente chiudere gli occhi, focalizzare l’attenzione sul respiro, e concentrarvi completamente sul presente, senza lasciare che la mente intervenga in alcun modo.

Essere.

Essere presenti.

 

Questo è tutto ciò che vi viene richiesto: Riconoscervi per chi siete ora, e lasciare andare tutto ciò in cui vi siete riconosciuti nel passato e che ora non serve più, vi rallenta, vi impedisce di essere la versione migliore di voi stessi.

 

Tutte le storie, il dire “ah sono così perché ho comunque un passato del genere, ho sofferto, allora sono chiuso all’amore, oppure sono cauto, oppure mi porto dietro una malattia per cui ancora devo prendere delle medicine che prendo da quando avevo 10 anni per questo o quest’altro problema”...

Tutto questo può scomparire perché non siete più voi.

E’ come se in una vita passata scoprite di essere stati, per esempio 200 anni fa, in qualche posto, aver fatto una determinata cosa, e continuare a ripetere quella storia qui, adesso che avete un’altra identità.

E’ chiaro che la differenza è più sottile qui, perché comunque è la stessa vita, sono più vite nella stessa vita, ma cominciate a pensare in quest’ottica.

Non dico che arriverà subito, questa presa di coscienza, ma è molto importante cominciare a lavorarci su, perché vi verrà richiesto di essere presenti.

 

La nuova umanità che sta nascendo ha bisogno di esseri coscienti, presenti.

 

Pensatela come un viaggio. E’ come se andaste in vacanza in un’isola tropicale. C’è il sole, 40 gradi, e non ha alcun senso portarsi dietro un maglione di lana, o un giubbotto pesante, o la sciarpa. Certo qualcuno potrebbe dire “ah sai però, per essere sicuri, per precauzione non si sa mai, metti che un giorno arriva il vento, oppure sull’aereo c’è l’aria condizionata troppo forte”…

Ci sta, ma non lasciate che queste piccole scuse sottili lavorino nel sottofondo. Riconoscetele per quelle che sono, con amore, senza giudizio, senza giudicarvi. Con compassione. Siate compassionevoli con voi stessi, ma siate anche determinati all’azione.

 

Lasciate tutto ciò che non vi serve più, che non vi rappresenta più. Fate una valigia con i pochi oggetti di cui avete davvero bisogno. Agite nel qui e ora.

Siate Presenti.

 

Molti di voi hanno lavorato sulle loro ferite per tanti anni, per tutta una vita, non si finisce mai, di vita in vita. E’ il mistero del ciclo di incarnazioni, è il bello e il brutto di ciò che siete venuti a fare. Non vi è dato sapere ogni dettaglio, qui nelle vostre personalità incarnate, ma in realtà è tutto chiaro.

È come un flusso continuo, infinito, che si riversa sulla Terra e vi permette di evolvere, di evolvervi.

 

Allora siate chi siete adesso. Basta farvi condizionare da ciò che siete stati in passato.

Alcuni attaccamenti sono comodi, lo sapete ci avete lavorato su. Ma è tempo di lasciare andare anche quelli.

 

Chi siete senza i vostri attaccamenti?

Chi siete senza le vostre ferite?

Vi spaventa essere chi siete davvero?

Vi spaventa ammettere di essere felici? Di aver capito?

 

E’ questo lo scopo di questa piccola meditazione. Come vedete è molto semplice, è una regola che non ha regole, ma che semplicemente vi permette, in quei 2 minuti al giorno, di entrare in connessione profonda con l’atomo seme che è in voi, a livello del cuore, e trasformare tutte le memorie e le ferite come se vi steste incarnando in un’altra vita, ma qui nella stessa vita!

 

E’ un cambio vibrazionale in fondo, ed è quello a cui siete chiamati in questo momento preciso della storia dell’evoluzione dell’intera umanità.

 

Tanto vi è richiesto, come a tutti i precursori del nuovo mondo, ma questo avviene perché tanto avete da offrire.

Allora è tempo di sbloccare quel potenziale senza più freni a trattenervi, senza più rimorsi, senza più scuse. Senza più dolori non necessari.

 

Vi hanno reso chi siete.

Ringraziateli.

Lasciateli andare.

 

Permettetevi di risplendere.

Permettetevi di essere chi siete davvero.

 

Ora è il momento.

 

Vi amiamo e vi guidiamo.

Da sempre e per sempre.

 

MESSAGGIO 05/05/2020

Gli strumenti che avete acquisito finora faranno la differenza nel nuovo mondo che sta arrivando.

Per favorire questo passaggio dovrete pulirvi da ogni residuo rimasto.

E non sarà una questione di pulizia esteriore: parliamo qui di pulizia profonda, pulizia delle vostre ferite, dei vostri traumi, delle scorie emozionali, delle storie irrisolte che vi seguono e vi accompagnano da generazioni.

 

E' tempo adesso di fare un salto quantico, una tappa ulteriore nell'evoluzione del vostro pianeta, non solo di voi stessi.

Siete giunti qui per accompagnare il vostro pianeta in questo processo.

 

Allora smettetela di dubitare che ciò che è acqua diventi fuoco.

L'acqua ha le sue molecole, il fuoco ha le sue specifiche caratteristiche.

Smettetela di mischiare le due cose.

Ma soprattutto spogliatevi dei preconcetti della dualità umana: che il fuoco brucia, che l'acqua cura.

Entrambi possono avere poteri curativi, entrambi possono avere poteri distruttivi.

Una diga che si rompe, o un fiume in piena può provocare inondazioni, uno tsunami insieme al vento, un fuoco può bruciare una casa o una persona, ma può anche riscaldare, può anche darvi nutrimento attraverso la cottura dei cibi.

 

Si tratta dunque di cambiare la propria visione del mondo.

Si tratta dunque di addomesticare gli elementi, e usarli a vostro favore, in questo cambiamento che arriva.

Trovare un punto di unione che sia di beneficio per tutti, un punto di unione oltre le differenze.

 

E' tempo allora di elevarvi e guardare le cose da una più alta prospettiva, capire che non siete creature isolate, a sé stanti, ma che fate parte di un progetto più grande, che siete collegati.

Ma anche che ognuno ha il suo ruolo, quindi accettate questo, accettate senza rabbia che vi siano persone che lavorano per l'ombra, senza paura.

Queste persone non possono toccarvi, non possono toccare la vostra entità divina.

Allora perché dargli tutto questo spazio?

 

Concentratevi su ciò che conta davvero, sulle vostre debolezze per trasformarle, per rinforzarvi.

Allenatevi, e non solo fisicamente. Allenatevi, usate ciò che avete, gli strumenti che avete acquisito. Questo è il tempo.

L'avete fatto per questo, aspettavate questo.

Allora smettetela di brancolare nel buio, di sentirvi persi.

 

Quello che state vivendo è un momento unico.

Siete venuti qui sapendo questo, sapendo tutto ciò.

Allora è tempo di abbracciare la vostra missione, e gioirne,

gioire di questo passo evolutivo a cui tutti voi state andando incontro.

 

La trasformazione vera avviene nell'Amore, nel ritrovare l'Armonia con VOI STESSI.

E quando dico VOI STESSI, intendo TUTTI VOI, non solo con "voi stessi", con la vostra personalità incarnata.

Con VOI STESSI intendo che voi siete parte di tutti voi allo stesso tempo, siete parte della vita di ciascuno di voi.

Voi stessi vuol dire che siete gli stessi tra di voi,

siete gli stessi delle altre persone. 

Siete un'unica cosa. 

A prescindere dalle differenze culturali, di pensiero, economiche, di razza... Sono solo illusioni.

VOI STESSI.

Ricominciate da lì.

 

Riagganciatevi a quell'Unione, e tutto diventerà chiaro.

 

E' come se si accendesse una luce lungo il percorso, quando un aereo sta per decollare.

 

Vedrete i segnali solo quando vedrete le connessioni più profonde che vi legano alle altre persone, e che allo stesso tempo vi legano a quella parte di voi che è divina.

 

Allora si illuminerà il percorso, e non avrete più dubbi.

 

Ma se rimanete all'esterno, se girate le spalle, persi nella nebbia, vi chiederete perché sia così difficile trovare la via.

Magari vi lamenterete anche di questo, di questa difficoltà.

 

Ma come vi abbiamo sempre detto, noi non facciamo le cose al posto vostro, nessuno può fare le cose al posto vostro.

Allora l'Azione che dovete fare è proprio quella di girarvi.

Invece di dare le spalle, giratevi verso il percorso, a testa alta, e guardate l'orizzonte.

Ed è lì che i segnali luminosi vi illumineranno la via.

E non vi sarà più nessun timore, sarà tutto chiaro.

Siete venuti per questo, ricordatevelo. 

Vi amiamo profondamente e crediamo in voi,

crediamo davvero che questo cambiamento sia arrivato,

e che sia possibile, e possa essere manifestato.

Grazie.

Crediamo in voi.

light2.jpg
Yoga at the Park
Exploring Nature

MESSAGGIO 09/03/2020


Ci sono altri mondi che aspettano il vostro progredire, e solo quando vi libererete dai
condizionamenti sarà quando inizierà il vostro vero percorso, seguendo ciò che voi chiamate
fede, ma che altro non è che una direttiva che viene dal profondo di voi stessi, da quell'entità
superiore che sa, e presiede ad ogni decisione, ad ogni avvenimento.
Che l'ha previsto, considerato, calcolato, molto prima che voi prendeste forma umana.


Quello che sta accadendo sul vostro pianeta è qualcosa di programmato da molte entità, per
scatenare un risveglio interiore senza precedenti, e che davvero vi mette di fronte ad un bivio,
forzandovi a prendere una decisione: rimanere legati al vecchio mondo o proseguire spediti
verso il nuovo mondo, che è già qui, sta arrivando, è ad un passo da voi.

E allo stesso tempo usare quindi le vostre abilità, le vostre abilità, ciò che avete imparato, le
vostre conoscenze, per consolidarle, per vedere se sono reali o se le vostre paure sono più forti
di loro.


E allora anche lì, con molta umanità e semplicità, senza giudizio, senza giudicarvi, accettate
il vostro lato umano, ma accedete al vostro lato divino. Ed è lì che avrete le risposte, in
automatico.


Non c'è altro da sapere davvero.


A che serve sapere se questo sia un complotto, se c'è qualcuno dietro questo, se veramente
è qualcosa che porrà fine alle vostre vite o meno. Pensate sia la prima epidemia del genere
umano? Siete sempre sopravvissuti, la razza umana non si estinguerà.
Piuttosto pensate a lavorare su voi stessi.
È questo l'unico compito che avete, anche in questa situazione, quando tutto sembra globale, l'attenzione dovete rivolgerla verso di voi, verso l'interno di voi.
Anche quando tutto sembra all'esterno di voi.
È quello il trucco.


Le vostre paure hanno bisogno di essere ascoltate, non vanno negate per giustificare o mostrare
una conoscenza superiore.
Vanno ascoltate, comprese, e trasformate. Come tutto il resto di ciò che avete imparato a fare.

 

Allora questo è tempo di un lavoro profondo, di riposare bene, innalzare le vostre difese
immunitarie, radicandovi nella vostra entità divina, nella vostra parte divina.
Questo è ciò che dovete fare.


Ovviamente tutto il resto è in più, sembra banale, prendersi cura del corpo, mangiare bene... ma
in realtà è la vostra intenzione che conta; il punto di partenza da cui vi muoverete e farete le vostre scelte: è quello che determinerà tutto.


Allora siate ancorati nella vostra parte divina e tutto sarà chiaro e semplice.
Non c'è epidemia che possa reggere di fronte ad una presa di coscienza di un singolo individuo,
soprattutto di esseri luminosi quali voi siete.


Vi amiamo e vi proteggiamo, sapendo e riconoscendo la divinità in voi.

È tempo che adesso anche voi la vediate,
che vi vediate per ciò che siete veramente.

Burst of Light